Monti, il rugby entra a scuola: al via nuovo ciclo di lezioni

ROVIGO – La sessione di lezioni con il preparatore atletico Heather-Charlotte Porter è stata un autentico successo. Tanto che, archiviato il primo ciclo già si pensa al bis: la collaborazione tra Monti Rugby Rovigo Junior e le scuole primarie si rinsalda e proseguirà dunque anche nei prossimi mesi dopo l’esperienza e i riscontri positivi ottenuti a Granzette. 
Tre le nuove date già fissate in calendario: si parte venerdì 7 febbraio prossimo alla scuola Duca d’Aosta di Rovigo, un appuntamento mirato per le classi quinte con orario 11.30-12.30Giovedì 27 febbraio, in concomitanza con le Giornate dello Sport, mattinata di lezione invece presso il plesso scolastico di Santa Maria Maddalena (Occhiobello) per un momento comune a tutti gli studenti, dalle classi prime alle quinte, sul tema “Rugby scuola di vita: alimentazione e fitness” con orario 8.30-12.30. Lo stesso programma, in versione short e dunque più “compresso”, verrà riproposto anche due giorni dopo, sabato 29, presso la scuola Riccoboni di Rovigo a beneficio delle classi quinte e con orario 10.15-11-15.
Il rugby, sport cittadino per eccellenza, che esce dal mero contesto di gioco per proporre un nuovo modello di vita e comportamentale: questo l’obiettivo ambizioso con cui Monti Rugby Rovigo Junior, società di riferimento della pallaovale giovanile, è riuscita a far breccia nelle scuole di primo grado ma non solo. L’iniziativa, fortemente voluta dal responsabile del progetto Monti Joe McDonnell, rientra nell’ambito di un disegno più ampio che guarda sia alla promozione della pratica sportiva che alla formazione dei ragazzi: esempio emblematico, la recente uscita che ha portato una delegazione di giovani rugbisti tra le corsie di un supermercato della città per un’originale lezione di educazione alimentare sul campo che ha incuriosito i clienti e coinvolto i ragazzi.

Condividi con: