Monti Rugby, c’è una new entry: Fabrizio Vicariotto entra nello staff

,
ROVIGO – Esperienza da vendere al servizio del vivaio rossoblù. C’è una new entry per la Monti Rugby Rovigo Junior: la società comunica infatti l’ingresso nello staff di Fabrizio Vicariotto, per vent’anni di casa al Battaglini in veste di accompagnatore di giovanili, riserve e prima squadra. Il suo ruolo sarà duplice: figura di raccordo tra i genitori e la società, si occuperà anche del coordinamento tra i vari team manager.
Sessantatré anni, sposato con due figlie, già poliziotto in forza alla questura di Rovigo attualmente in quiescenza, “Vica” – così lo conoscono tutti in viale Alfieri – è entrato nel mondo del rugby a fine anni Ottanta: per lui, tutta la trafila da dirigente fino alla fine del ciclo di Polla Roux, chiuso con la “maledetta” finale scudetto del 2013, persa in casa contro il Petrarca Padova.
Poi tre anni alla Beng Volley, realtà emergente che allora si affacciava nella pallavolo femminile, esperienza importante e coronata da una finale di Coppa Italia,  sempre però con il rugby nel cuore: in giallonero, Vicariotto, ritrova tra gli altri alla corte del presidente Antonio Monesi una vecchia gloria della pallaovale, l’amministratore delegato Andrea “Pepe” Scanavacca.
Il resto è storia: con l’ingaggio da parte della Monti, il rientro “a casa” è servito per chi, come si usa dire, è cresciuto a pane e rugby. “Il ritorno – queste le sue parole – per me è una cosa molto gradita, questo è un mondo che conosco e amo nel profondo. Certo, le giovanili sono una realtà diversa e la Monti è un’altra società, ma a questo punto del mio percorso un’avventura nuova mi stimola, credo davvero che questa realtà sia un patrimonio e degna di prestigio. Spaventato da quello che mi aspetta? Certo che no, le ossa me le sono già fatte da un pezzo…”.
Condividi con: